Quotidiano del Lavoro – Il Sole 24 Ore, 4 giugno 2021 – Marco Tesoro

L’avvio di molteplici procedure secondo l’articolo 7 della legge 604/1966, per le medesime motivazioni economiche, di per sé non rileva ai fini del calcolo del numero minimo di cinque recessi che impone l’apertura della procedura di licenziamento collettivo. È questo l’importante principio che emerge dalla sentenza della Corte di cassazione 15118/2021.
Leggi la versione integrale dell’articolo pubblicata su Quotidiano del Lavoro – Il Sole 24 Ore